Il ricorso per consulenza tecnica preventiva al tribunale

Tribunale Civile di Santa Maria Capua Vetere

Ricorso ex art. 696-bis c.p.c.

Il Sig. “----”residente in “----”ed elettivamente domiciliato in <...>, nella Via “----”n° <...>, presso lo Studio Legale dell’Avv. “----”che lo rappresenta e difende in virtù di procura speciale resa/in calce al/a margine del/presente ricorso

Premesso che

1)                     Il ricorrente in data <...>, alla guida del suo veicolo “----”targato <...>, percorreva la Via “----”allorquando (segue descrizione dell’occorso).

2)                     Intervenivano sul luogo dell’occorso le Autorità (Polizia Municipale/Polizia Stradale/Carabinieri/di “----”) che, effettuati i rilievi di rito, redigevano l’apposito verbale con allegato lo schizzo planimetrico dei luoghi dell’occorso con le tracce ivi rilevate.

3)                     Il ricorrente incaricava successivamente l’Ing. “----”il quale, esaminati i veicoli coinvolti nel sinistro e il rapporto delle Autorità intervenute, ed eseguendo poi gli ulteriori accertamenti resisi necessari, redigeva una relazione nella quale ricostruiva la dinamica dell’occorso come descritta al capo che precede.

4)                     A seguito del sinistro il veicolo “----”del ricorrente riportava gravi danni/che venivano quantificati dall’autocarrozzeria <...>, a seguito di esame del veicolo sinistrato, riparabili con la somma di € <...>/che venivano riparati presso l’autocarrozzeria “----”alla quale il ricorrente pagava la somma di € “----”giusta fattura n. “----”del “----”che si produce.

5)                     La “----”Assicurazioni S.p.A., pur regolarmente diffidata, non ha ad oggi corrisposto al ricorrente alcun risarcimento adducendo che la quantificazione del danno effettuata dal perito incaricato dalla predetta assicurazione era assai più esigua/di quella effettuata dal carrozziere <...>/della somma pagata dal ricorrente per le riparazioni all’autocarrozzeria <...>/ed inoltre che la dinamica del sinistro descritta dal conducente del mezzo antagonista era differente e incompatibile con quella affermata dal ricorrente e che concretizzava la piena colpa di questi nella determinazione del sinistro.

6)                     Si rende quindi opportuno accertare e determinare, mediante due distinte consulenze tecniche, l’esatta dinamica del sinistro de quo nonché l’entità dei danni da tale evento conseguiti al veicolo del ricorrente, al fine di quantificare l’esatto credito risarcitorio a questi spettante e così porre le basi oggettive per la transazione della vertenza.

7)                     In difetto di tale accordo, si dichiara formalmente, ad ogni effetto processuale e sostanziale, che il ricorrente intende proporre la causa ordinaria per ivi ottenere il ristoro dei danni subiti nell’evento sopra descritto.

Formula istanza

e conclude affinché l’Ecc.mo Tribunale adito, ai sensi e per gli effetti di quanto disposto dall’art. 696-bis c.p.c., voglia:

1)                     previamente fissare, nel più breve termine possibile, udienza per la comparizione delle parti, assegnando al ricorrente congruo termine per notificare ai succitati Sig. “----”e “----”Assicurazioni S.p.A., la cui partecipazione al presente procedimento si rende necessaria o quantomeno opportuna, il presente ricorso e il decreto recante la fissazione dell’udienza di comparizione;

2)                     nominare quindi due Consulenti Tecnici, il primo esperto in cinematica stradale, il secondo in valutazione dei danni ai veicoli, affinché, sulla base della documentazione in atti e previ gli accertamenti reputati opportuni: A) il primo ricostruisca l’esatta dinamica del sinistro evidenziando se vi sia stata da parte di taluno dei conducenti violazione di norme della comune prudenza e/o del codice stradale, B) il secondo accerti l’entità dei danni subiti dal veicolo del ricorrente nel sinistro de quo.

Produzioni: si producono mediante deposito in cancelleria all’atto del deposito del presente ricorso:

  1. A)originale del ricorso ex art. 696-bis.
  2. B)relazione di stima dei danni subiti dal/fattura inerente le riparazioni effettuate sul veicolo del/ricorrente redatta dal Sig. “----”incaricato dall’autocarrozzeria “----”+ n. “----”fotografie del predetto veicolo incidentato + 3 ricevute-fatture per perizia, rottamazione e radiazione dal PRA + certificato radiazione dal PRA.
  3. C)Rapporto sul sinistro redatto dall’Autorità (Polizia Municipale/Polizia Stradale/Carabinieri di <...>).
  4. D)Relazione di perizia cinematica redatta dall’Ing. <...>
  5. E)Carteggio tra il ricorrente e la “----”Assicurazioni S.p.A.

Si nominano quali consulenti di parte ricorrente l’Ing. “----”per la CTU cinematica, e il Sig. “----”per la CTU di stima dei danni al veicolo.

Ai sensi di quanto disposto dall’art. 9 della Legge 288/99, si dichiara che il presente procedimento è di valore allo stato indeterminabile.

Addì <...>

Avv. <...>

Joomla SEF URLs by Artio

tag popolari