Atto di citazione per la determinazione della quota dell’indennità di fine rapporto

Atto di citazione per la determinazione
della quota dell’indennità di fine rapporto

TRIBUNALE DI <...>

ATTO DI CITAZIONE PER LA DETERMINAZIONE DELLA QUOTA DELL’INDENNITÀ DI FINE RAPPORTO

La sig.ra MM nata a <...>il <...>, residente in <...> via <...> ed elett.te dom.ta in <...> presso lo studio dell’avv. <...> dal quale, in forza di delega a margine del presente atto, è rappresentata e difesa unitamente e disgiuntamente all’avv. <...>, che dichiarano di voler ricevere, ai sensi degli artt. 133, 134 e 176 c.p.c., le comunicazioni di rito presso il proprio numero di fax <...> o indirizzo di posta elettronica <...>,

premesso:

  • che la attrice è stata coniugata con il sig. <...> nato a <...> il <...>, residente in <...> via <...>, dal <...>, data della celebrazione del matrimonio, al <...> data passaggio in giudicato della sentenza con cui il Tribunale di <...> ha pronunciato la cessazione degli effetti civili del matrimonio contratto dalle parti;

- che il convenuto ha iniziato a lavorare alle dipendenze del <...> nel 1969, successivamente al matrimonio con la sig.ra <...> avvenuto il 18 gennaio 1969;

- che con la sovrarichiamata sentenza il Tribunale determinava l’assegno dovuto alla attrice dall’attuale convenuto, a titolo di assegno divorzile la somma mensile di che si deposita(all. 1);

- che il convenuto, successivamente alla sentenza di divorzio del <...>, e precisamente in data <...> ha cessato la propria attività lavorativa quale dirigente del <...>, ed ha conseguentemente incassato il trattamento di fine servizio e quant’altro a pari titolo, corrisposte tanto dal datore di lavoro del convenuto;

- che la attrice ha tentato più volte di ottenere dal convenuto il pagamento del 40% a Lei spettante sulle somme versate al convenuto a titolo di indennità di fine rapporto, ma inutilmente;

- che a quanto risulta alla sig.ra <...> l’importo complessivo, al netto delle ritenute, corrisposto al sig. ammonta a circa ad euro <...>;

- che la attrice direttamente e per il tramite del difensore chiesto al datore di lavoro del convenuto, a mezzo lettera raccomandata che le venisse comunicato (all. 2) l’ammontare del trattamento di fine servizio, ma tale richiesta rimaneva inevasa.

Tutto quanto sopra premesso, alla luce delle disposizioni contenute nella L. 898/70 e successive modifiche, e precisamente in forza dell’art. 12 della richiamata normativa, essendovi per altro piena e totale coincidenza tra la durata del matrimonio e quella del rapporto di lavoro del convenuto alle dipendenze del <...>, ed essendo stato stabilito con sentenza passata in giudicato che il convenuto deve versare alla attrice un assegno divorzile di euro <...> mensili la domanda attrice è pienamente fondata e come tale deve essere integralmente accolta.

Per tutto quanto detto le sottoscritte nella loro epigrafata qualità

citano

Il <...> residente in <...> alla via <...> a comparire dinanzi al Tribunale di <...> nella nota sede di via <...>, Giudice Istruttore che sarà designato ai sensi dell’art. 168-bis c.p.c. all’udienza che sarà tenuta il di otto marzo 1999 ore di rito, con invito a costituirsi in giudizio nel termine e nei modi di cui all’art.166 c.p.c. e con espresso avvertimento che in difetto sarà dichiarata la contumacia ai sensi dell’art. 291 in relazione all’art. 170 c.p.c. e che la costituzione fuori del termine di cui all’art. 166 c.p.c. comporterà le decadenze di cui all’art. 167 c.p.c., per sentire accogliere salvo aggiungere e/o variare nei limiti di cui all’art. 183 c.p.c. le seguenti:

conclusioni

“Piaccia all’Ecc.mo Tribunale adito, avversa istanza, produzione, deduzione, eccezione disattesa in accoglimento della presente domanda dichiarare il <...> tenuto a corrispondere alla sig.ra <...> la somma pari al 40% del trattamento di fine rapporto e dell’indennità di liquidazione allo stesso corrisposto dal <...>, alla luce della totale coincidenza della durata del matrimonio e del rapporto di lavoro dal quale traggono origine i suddetti importi, nella misura di euro <...> o in quella maggiore o minore che risulterà dovuta, oltre interessi e rivalutazione per effetto del diminuito valore del credito. Con vittoria di spese, competenze ed onorari i giudizio, oltre C.A.P. ed I.V.A. come per legge.

Si producono i seguenti documenti:

1.   Sentenza dichiarativa della cessazione degli effetti civili del matrimonio del 10 ottobre 1997.

2.   Copia lettera racc. A.R. da avv. <...> al <...> del <...> e relative ricevute.

In via istruttoria si chiede che il Tribunale ai sensi dell’art. 213 c.p.c. voglia ordinare al convenuto, al <...> di produrre la documentazione relativa all’importo del trattamento di fine servizio e dell’indennità di fine rapporto corrisposta al convenuto, ed inoltre ordinare al datore di lavoro di comunicare altresì la data di inizio e quella di fine rapporto di lavoro del convenuto.

Salvis iuribus.

Roma

Avv. <...>
Avv. <...>

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Joomla SEF URLs by Artio