Formulario fax simile Decreto di nomina dell'amministratore di sostegno

 

TRIBUNALE DI SANTA MARIA CAPUA VETERE

IL GIUDICE TUTELARE

Nella causa R.G. _______ registro Amm. sost., sciogliendo la riserva che precede,

premesso che

con ricorso depositato il _______ il sig. _______ ha richiesto la nomina di un amministratore di sostegno in favore di _______ indicandolo nella persona del sig. _______;

in sede di esame della sig.ra _______ si è palesata con chiarezza l’assenza di sua autonomia e l’incapacità di attendere, senza ausilio ed intervento di terzi, ai propri bisogni e di curare con discernimento ed in modo proficuo i propri interessi;

in tale situazione reputasi opportuno nominare il sig. _______ quale amministratore di sostegno della sig.ra _______;

la durata dell’amministrazione va fissata a tempo indeterminato attesa la cronicità delle cause incidenti sull’autodeterminazione della beneficiaria (ovvero a tempo determinato per la durata di _______);

l’oggetto dell’incarico e le prescrizioni inerenti la vigilanza sull’amministrazione vanno dettate come in dispositivo,

P.Q.M.

visto l’art. 404 c.c., nomina _______ amministratore di sostegno della sig.ra _______ con poteri di rappresentanza della stessa a tempo indeterminato;

- Assegna all’amministratore di sostegno i seguenti compiti:

1) assistenza personale per quanto di necessità della beneficiaria (anche per il tramite di terze persone) al fine di consentirle, per quanto possibile, di rimanere presso la sua attuale abitazione;

2) stipula e cura dell’esecuzione del contratto di lavoro con una o più badanti (o con un’eventuale Cooperativa di servizi), assumendosi tutti i relativi incombenti (ivi compresa la posizione INPS);

3) riscossione, accredito e gestione (per quanto riguarda l’ordinaria amministrazione) della pensione, dell’eventuale indennità di accompagnamento di spettanza della beneficiaria, con facoltà di compiere in nome e per conto della predetta tutte le pratiche, amministrative e non, volte a migliorare la situazione previdenziale e dunque patrimoniale della stessa (ivi compresa la domanda per il conseguimento dell’indennità di accompagnamento ove non ancora proposta);

4) apertura di un conto corrente intestato alla beneficiaria (ove non già esistente), con potere di firma in capo all’amministratore di sostegno che potrà liberamente movimentare il suddetto conto;

5) gestione e amministrazione ordinaria del bene immobile di proprietà della beneficiaria, con facoltà di partecipare – anche a mezzo delega intestata a persona di sua fiducia – alle assemblee condominiali;

6) conservazione e gestione di eventuali risparmi di pertinenza della beneficiaria;

7) gestione ed eventuale definizione dei rapporti di debito esistenti con _______;

8) facoltà di richiedere agli altri congiunti le somme di denaro costituenti la quota parte su di essi gravante a titolo di mantenimento della madre, con riguardo alle spese relative all’assistenza domiciliare, comprensiva delle spese ordinarie e/o straordinarie riguardanti la salute della congiunta, e a quelle connesse alla gestione della casa, ove non siano sufficienti le risorse dell’amministrata;

9) presentazione annuale della dichiarazione dei redditi, ove richiesta ai sensi di legge, e pagamento delle tasse e delle utenze a carico della beneficiaria.

Inoltre autorizza l’amministratore di sostegno a prestare il consenso agli accertamenti medici di routine che si rendano di volta in volta necessari per la cura della salute della beneficiaria;

- dispone che ogni atto di straordinaria amministrazione, ivi incluso il consenso ad interventi chirurgici, debba essere previamente autorizzato dal Giudice Tutelare;

- dispone il divieto per il beneficiario di redigere testamento e fare atti di donazioni;

- dispone che l’amministratore di sostegno tenga conto dei bisogni e delle aspirazioni della beneficiaria ed informi la beneficiaria degli atti da compiere, ove ciò sia possibile;

- dispone che l’amministratore di sostegno utilizzi per le spese ordinarie un importo mensile non superiore a _______;

- dispone che l’amministratore di sostegno informi periodicamente il Giudice Tutelare circa le condizioni di vita personali della beneficiaria, della consistenza patrimoniale e reddituale della medesima, rendendo il conto dell’attività svolta mediante deposito in cancelleria di una relazione- rendiconto entro il 31 dicembre di ogni anno, corredata dalla documentazione comprovante le principali voci di reddito e di spesa afferenti il periodo considerato;

- nella relazione (o in qualsiasi momento mediante deposito in cancelleria di un ricorso scritto o verbalmente al Giudice Tutelare previo appuntamento) l’amministratore di sostegno potrà indicare eventuali diverse ed ulteriori esigenze da gestire nell’interesse della beneficiaria;

- fissa per il giuramento dell’Amministratore di sostegno l’udienza del _______;

- dispone l’efficacia immediata del presente decreto ai sensi dell’art. 741 c.p.c.

Si comunichi _______

Il Giudice Tutelare

_______

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Joomla SEF URLs by Artio