Memoria difensiva del resistente ai fini dell'udienza presidenziale

Al sig. Presidente
del Tribunale di <...>
Sez. civ.

Prima udienza per la comparizione delle parti: <...>
n. R.G.: <...>/<...> ruolo presidenziale

Memoria difensiva ai soli fini dell’udienza presidenziale

In favore di <...>, nato a <...>, residente in <...>, C.F. <...>, elettivamente domiciliato ai fini del presente giudizio presso lo studio dell’avv. <...> (C.F., indirizzo pec, numero di fax), dal quale è rappresentato e difeso, per delega in calce al presente atto

resistente

contro

sig. <...>, nato a <...>, residente in <...>, C.F. <...> rappresentato e difeso dall’avv. <...>, presso il cui studio domicilia,

ricorrente

premessa in fatto

1 - Il sig. <...>, ha contratto matrimonio, secondo il rito civile, trascritto nei registri dello stato civile del comune di <...>, con la sig.ra <...> e dall’unione sono nati due figli, come da certificato dello stato civile allegato.

2 - In data <...>, il Tribunale di <...> ha emesso la sentenza di separazione personale tra i coniugi, sentenza passata in giudicato in data <...>

3 - Effettivamente tra le parti non si è più ricostituita alcuna unione coniugale.

4 - La casa coniugale è stata acquistata in costanza del matrimonio ed è in regime di comunione legale.

5 - Il sig. <...> ha sempre costantemente provveduto al mantenimento dei figli.

6 - Il convenuto svolge la seguente attività lavorativa ed allega le dichiarazioni dei redditi degli ultimi tre anni: <...>

7 - Si precisa che anche la ricorrente è titolare di reddito da lavoro, perché svolge l’attività di <...>

Tutto ciò premesso, il resistente, eccepisce la falsità e contesta la ricostruzione in fatto della controparte e si oppone alle avverse richieste.

* * *

In diritto

A - Circa la richiesta di affidamento esclusivo dei bambini alla madre, vi è opposizione dal momento che il padre ha sempre e con costanza partecipato alla cura e crescita degli stessi sia pure nei limiti stabiliti dalla sentenza di separazione, stante l’indisponibilità della madre di consentire una partecipazione maggiore del padre attestata dalle lettere, e telegrammi che si depositano. Il convenuto pertanto chiede che sia disposto l’affidamento condiviso dei figli a entrambi i genitori, che, limitatamente alle questioni di natura ordinaria, eserciteranno disgiuntamente la responsabilità genitoriale, con collocamento degli stessi presso la madre e con le più ampie modalità per il padre di partecipare alla cura e crescita degli stessi

C - Inammissibilità della richiesta di assegno divorzile in favore della moglie, in quanto non dovuto per avere i coniugi un reddito analogo.

D - Circa la richiesta dell’assegno economico in favore dei figli, si chiede che il Tribunale adito tenga conto del fatto che gli stessi godono gratuitamente della casa coniugale che per il 50 % è di proprietà del padre e del fatto che lo stesso li prende con sé e ne cura la crescita ed educazione per consistenti periodi ed infine del fatto che anche alla madre incombe l’obbligo di contribuire al mantenimento degli stessi ex art. 147 c.c.

Ciò premesso, il sig. <...>, come sopra rappresentato e difeso,

chiede

che il sig. Presidente Voglia assumere in via provvisoria e urgente i seguenti provvedimenti:

- disporre l’affidamento condiviso dei figli ai due genitori, il figlio minore collocato presso la madre; il padre provvederà a recarsi a prendere i figli a scuola nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì, trattenendoli presso di sé e seguendoli sia nell’espletamento dei compiti che nello svolgimento delle eventuali attività culturali e sportive che si svolgeranno in dette giornate. Provvederà altresì ad accompagnarli alle cure di ortodonzia e dentistiche. In detti giorni il padre riaccompagnerà i figli a casa dopo cena entro e non oltre le ore <...>. Il padre avrà altresì i figli a fine settimana alterni dal sabato al lunedì mattina quando li riaccompagnerà a scuola trattenendoli presso di sé e seguendoli in detti giorni sia nell’espletamento dei compiti che nello svolgimento delle eventuali attività culturali e sportive che si svolgeranno nelle sopraindicate giornate. Nelle settimane in cui i minori trascorreranno con la madre il fine settimana il padre li tratterrà a dormire presso di sé il mercoledì sera riaccompagnandoli a scuola il giovedì mattina. Il padre avrà con sé i figli per 45 giorni nel periodo estivo da concordare entro il 30 maggio di ogni anno, nonché per 7 giorni durante le festività di fine anno comprendenti ad anni alternati il Natale o il Capodanno e per quelle Pasquali ad anni alternati;

- rigettare la domanda di erogazione di assegno divorzile in favore della moglie, in quanto non dovuto;

- non determinare alcun assegno a carico del padre quale contributo al mantenimento dei figli in quanto lo stesso li tiene con sé e provvede alle loro esigenze per consistenti periodi di tempo, ed in considerazione che i minori usufruiscono della casa coniugale che è di proprietà del padre per il 50% stabilire che il padre provvederà per intero al pagamento delle spese mediche e scolastiche dei figli, mentre la madre provvederà a quelle di abbigliamento e sportive.

Si producono, allegandoli, i seguenti documenti:

1 - certificato plurimo di residenza, cittadinanza e stato di famiglia del ricorrente;

2 - n. <...> buste paga;

3 - ultime dichiarazioni dei redditi.

<...>, <...>

Avv. <...>

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Joomla SEF URLs by Artio