Formulario - Procura alle liti ex art. 83 c.p.c.


PROCURA ALLE LITI EX ART. 83 C.P.C.
Io sottoscritto <...> nato a <...> e residente a <...> in via <...> delego a rappresentarmi e difendermi nel presente giudizio nonché in quello eventuale di appello e di opposizione l'avv. <...> in unione con l'avv. <...> presso e nello studio del quale in <...> eleggo domicilio, conferendo ai medesimi ogni facoltà di legge compresa quella di conciliare e transigere, proporre domande riconvenzionali ed effettuare chiamate di terzi in causa a qualsiasi titolo, sia per comunanza di causa sia per garanzia propria o impropria, sia per ordine del giudice, sia per qualunque altro titolo o ragione. Delego altresì sino da ora i predetti a promuovere ogni connesso ed ulteriore incombente, sia in sede di cognizione che di esecuzione, ivi inclusi atti di precetto e azioni di espropriazione mobiliare e immobiliare, procedimenti cautelari e di volontaria giurisdizione. Dichiaro aver ricevuto l'informativa, ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. n. 196/2003 in materia di protezione di dati personali, e presto il consenso alla trattazione degli stessi. Dichiaro essere stato informato in ossequio a quanto previsto dall'art. 4, comma III, D.Lgs. 4 marzo 2010, n. 28:
1. della facoltà di esperire il procedimento di mediazione previsto dal D.Lgs. n. 28/2010 per tentare la risoluzione stragiudiziale della controversia insorta tra me e <...> in relazione a <...> nonché dell'obbligo di utilizzare il procedimento di mediazione previsto dal D.Lgs. n. 28/2010 (ovvero per le materie ivi contemplate, i procedimenti previsti dal D.Lgs. n. 179/2007 o dall'art. 128 bis del D.Lgs. n. 385/1993 e successive modificazioni), ove fosse condizione di procedibilità del giudizio, nel caso che la controversia sopra descritta sia relativa a diritti disponibili in materia di condominio, diritti reali, divisioni, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto di aziende, risarcimento del danno derivante dalla circolazione di veicoli e natanti, da responsabilità medica e da diffamazione con il mezzo della stampa o con altro mezzo di pubblicità, contratti assicurativi, bancari e finanziari;
2. della possibilità, qualora ne ricorrano le condizioni, di avvalersi del gratuito patrocinio a spese dello Stato per la gestione del procedimento;
3. dei benefici fiscali connessi all'utilizzo della procedura, e in particolare: a) della possibilità di giovarsi di un credito d'imposta commisurato all'indennità corrisposta all'Organismo di mediazione fino a concorrenza di 500 euro, in caso di successo; credito ridotto della metà in caso di insuccesso e delle circostanze che b) tutti gli atti, documenti e i provvedimenti relativi al procedimento di mediazione sono esenti dall'imposta di bollo e da ogni spesa, tassa o diritto di qualsiasi specie e natura; c) il verbale di accordo è esente dall'imposta di registro entro il limite di valore di 50.000 euro e che in caso di valore superiore l'imposta è dovuta solo per la parte eccedente.
Firma del cliente <...>
Visto certifico l'autografia della firma del signor <...>
Firmato avv. <...>

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Joomla SEF URLs by Artio