CORTE DI APPELLO DI SANTA MARIA CAPUA VETERE

Reclamo avverso l’Ordinanza Presidenziale

EX ART. 708, QUARTO COMMA, C.P.C.

Per: La sig.ra ________,nata a ________, il ________, CF ________. residente in ________, rappresentata e difesa dall’avv. ________, come da mandato a margine della memoria difensiva ex art. 706, terzo comma, c.p.c

PREMESSO CHE

su ricorso del sig. ________, coniuge del ricorrente, iscritto al N.R.G ________ del Tribunale di ________ con cui era chiesta la separazione personale tra i coniugi, in esito al tentativo infruttuoso di conciliazione, il Presidente del Tribunale di ________ ha pronunciato all’udienza del ________ con la quale, in via provvisoria, ha così disposto:

- i coniugi vivranno separati liberi ciascuno di scegliere il proprio domicilio salvo l’obbligo di darne comunicazione all’altro;

- i figli minori saranno affidati ad entrambi i genitori i quali provvederanno direttamente nei periodi di permanenza con i figli alle necessità quotidiane dei minori. Le spese straordinarie saranno ripartite tra entrambi i coniugi nella misura del 50% e qualora non si tratti di spese necessarie ed urgenti dovranno essere preventivamente concordate.

- I coniugi continueranno a vivere separati con l’obbligo del mutuo rispetto;

- la casa coniugale sarà affidata congiuntamente ad entrambi i genitori;

- la moglie corrisponderà al marito un assegno di mantenimento di euro ________ mensili, entro il giorno ________ di ogni mese, soggetti a rivalutazione monetaria secondo gli indici ISTAT a decorrere dal mese di ________ del prossimo anno.

PROPONE RECLAMO

contro l’ordinanza suddetta poiché:

- non è stato disposto alcun accertamento sulla reale consistenza economica del coniuge, in particolare con riguardo al fatto che il reddito dello stesso è di gran lunga superiore a quello dichiarato, in conseguenza dei lavori di collaborazione e degli extrapagati “in nero”;

- la documentazione relativa al reddito dell’esponente è stata interpretata erroneamente, avendo la stessa negli ultimi tempi dovuto ridurre il proprio carico di lavoro per potersi occupare delle esigenze dei figli, anche in considerazione della non sufficiente collaborazione del padre;

- in ogni caso non è stata presa in considerazione la reale consistenza del patrimonio dei due coniugi;

- riguardo alla casa coniugale, non è stato assolutamente preso in considerazione quanto dedotto dall’odierna reclamante e cioè che essendo i figli minori il domicilio preferito deve essere presso la madre, dato anche che il comportamento del padre negli ultimi mesi è stato contrario ai doveri della famiglia, e dunque la casa coniugale deve essere alla stessa assegnata

Ciò premesso

FA ISTANZA

perché la Corte di Appello, sentite le parti in camera di consiglio, annulli e/o revochi e/o riformi l’ordinanza presidenziale e:

  • previa acquisizione degli estratti dei conti correnti bancari di entrambe le parti e eventuali altre indagini necessarie, disponga a carico del sig. ________ un contributo mensile per il mantenimento del coniuge nella misura di ________ mensili;

- disponga l’assegnazione della casa coniugale alla sig.ra ________

Si producono:

- estratto conto bancario del ricorrente per gli ultimi due anni;

- buste paga sig.ra ________ ultimi 4 mesi;

- certificazione della ditta ________, datrice di lavoro della sig.ra ________

________,  ________

Avv. ________

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Joomla SEF URLs by Artio

tag popolari