In questo articolo proponiamo la formula per la redazione dell'atto di precetto con il relativo avvertimento ex art. 480, 2° comma, c.p.c.

 

Atto di precetto


Per: il sig. ___________, Codice fiscale: ___________ nat___________ a ___________, il ___________, res.te in ___________, elettivamente domiciliato in ___________ presso lo studio dell'Avv. ___________ (C.F. _________ PEC ____________ fax _________) che lo rappresenta e difende in virtù di mandato a margine del presente atto (oppure: in calce al presente atto).
Premesso che
Il Sig.___________ è creditore nei confronti di ____________________ in forza del seguente titolo esecutivo:

DESCRIZIONE DEL TITOLO ___________

Intima e fa precetto
a ___________ residente in ___________ via ___________ di pagare, entro e non oltre giorni 10 dalla notifica del presente atto le seguenti somme:


A) Sorte titolo esecutivo

B) Spese legali liquidate e successive
(indicare qui eventuaali spese legali liquidate e successive
ad esempio nel caso di atto di precetto su decreto ingiuntivo)

C) Spese dell'atto di precetto
Nb: in base ai nuovi compensi per avvocati (2014) vanno applicati i seguenti scaglioni:

Scaglione da euro 0 a 5.200: med 135 min 67 max 243
Scaglione da euro 5.201 a 26.000: med 225 min 112 max 405
Scaglione da euro 26.001 a 52.000: med 315 min 157 max 567
Scaglione da euro 52.001 a 260.000: med 405 min 202 max 729
Scaglione da euro 260.001 a 520.000: med 540 min 270 max 972
e quindi in totale la somma di Euro ___________ (A + B + C), oltre CPA 4% e IVA 22% su diriti e onorari.
Oltre agli interessi legali maturati e maturandi sulla sorte sino al saldo effettivo, il costo della notifica risultante a margine e salve le eventuali spese successive.
Con avvertimento al Sig./alla Sig.ra______________ (debitore) che in difetto di pagamento delle suddette somme nel termine di 10 gg. dalla notifica del presente atto, si procederà ad esecuzione forzata.
Si avverte, inoltre, il Sig./la Sig.ra_____________________ (debitore) che, ex art. 480, 2° comma, c.p.c., con l'ausilio di un organismo di composizione della crisi o di un professionista nominato dal giudice, può porre rimedio alla situazione di sovraindebitamento concludendo con il creditore un accordo di composizione della crisi o proporre allo stesso un piano del consumatore.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Joomla SEF URLs by Artio