Credito (apertura)

Facciamo seguito agli‘accordi intercorsi per comunicarVi l’avvenuta concessione/variazione delle aperture di credito di seguito indicate.

APERTURA DI CREDITO IN C/C

Resta inteso che le variazioni apportate alle linee di credito in essere alla data della presente non comportano alcun effetto novativo sul relativo rapporto. 

Sino a Vostra diversa comunicazione la Banca è autorizzata a regolare contabilmente ogni importo dovuto in dipendenza delle aperture di credito concesse sul conto corrente rispettivamente indicato per ognuna di esse.

In particolare, per la concessione della/e apertura/e di credito di cui sopra vengono addebitate le condizioni economiche con Voi concordate.

CONTO <....>

FIDO                     EXTRA FIDO

TASSI APPLICATI                     %       %

IMPORTO FIDO RICHIESTO €

I rapporti saranno disciplinati dalle seguenti “Condizioni generali di contratto per le aperture di credito”, condizioni tutte che dichiarate di conoscere ed accettare integralmente.

* * *

CONDIZIONI GENERALI

DI CONTRATTO PER LE APERTURE DI CREDITO

Art. 1 – Oggetto

Le aperture di credito concesse da codesta banca, da intendersi come rotative salvo diverso accordo scritto, sono soggette alle seguenti condizioni generali di contratto.

Gli utilizzi delle aperture di credito sono subordinati alla sottoscrizione, ove previsti, di specifici moduli a tal predisposti e tenuti a disposizione del cliente, contenenti anche condizioni particolari di contratto che, ad integrazione delle presenti, disciplineranno gli utilizzi medesimi. 

Art. 2 – Aperture di credito in conto corrente

Nell’apertura di credito in conto corrente il cliente può utilizzare in una o più volte la somma messagli a disposizione e può, con successivi versamenti, ripristinare la sua disponibilità.

Art. 3 – Scadenza

Se l’apertura di credito è a tempo determinato, il cliente è tenuto ad eseguire alla scadenza il pagamento di quanto da lui dovuto per capitali, interessi, spese, imposte, tasse ed ogni altro accessorio, anche senza un’espressa richiesta della Banca.

Art. 4 – Recesso

II Cliente ha facoltà di recedere, in qualsiasi momento, dall’apertura di credito con effetto di chiusura dell’operazione mediante pagamento di quanto dovuto. La Banca ha facoltà di recedere, in qualsiasi momento, dall‘apertura di credito ancorché concessa a tempo determinato, nonché di ridurla o sospenderla; per il pagamento di quanto dovuto sarà dato al cliente, con lettera raccomandata, un preavviso non inferiore ad un giorno.

Qualora il Cliente rivesta la qualifica di consumatore ai sensi dell’art. 3 del D.Lgs. 06 settembre 2005 n. 206, la Banca ha la facoltà di recedere dall’apertura di credito o di ridurla:

a)                     nel caso di apertura di credito a tempo indeterminato, al ricorrere di un giustificato motivo oppure con un preavviso non inferiore a 15 giorni;

b)                     nel caso di apertura di credito a tempo determinato, solo al ricorrere di una giusta causa.

In ogni caso, la comunicazione di recesso dovrà essere effettuata con lettera raccomandata e per il pagamento di quanto  dovuto sarà dato al cliente un termine non inferiore a 3 (tre) giorni.

Art. 5 – Effetti dell’estinzione

In ogni caso, il recesso o qualsiasi altra causa di scioglimento, risoluzione od estinzione dell’apertura di credito, ha l’effetto di sospendere immediatamente l’utilizzo  del credito concesso.

Art. 6 – Risoluzione per inadempimento e decadenza dal beneficio del termine

Ove il Cliente si renda inadempiente ad una qualsiasi delle sue obbligazioni nei confronti della Banca ed altresì nelle ipotesi previste dall’art. 1186 c.c., Il’apertura  di credito cessa con effetto immediato ed il Cliente, su semplice richiesta scritta, deve pagare senza ritardo quanto  da lui dovuto.

Art. 7 – Solidarietà

Nel caso in cui l’apertura di credito venga concessa a due o più persone con facoltà di utilizzarla anche separatamente, ciascuno dei beneficiari è considerato debitore solidale ed indivisibile, anche nei confronti degli aventi causa a qualsiasi titolo, di quanto dovuto alla Banca.

Art. 8 – Oneri eventuali

Qualsiasi onere dipendente da tasse, imposte e gravami di qualsiasi natura, diretto o indiretto, presente e futuro, relativo al presente contratto è ad esclusivo carico del Cliente.

Art. 9 – Comunicazioni

L’invio di lettere, le eventuali notifiche e qualunque altra dichiarazione o comunicazione della
Banca saranno fatti al Cliente con pieno effetto all’indirizzo indicato all’atto di costituzione dei rapporti regolati dal presente contratto ovvero fatto conoscere successivamente con lettera raccomandata.

Art. 10 – Modifica norme e condizioni

10.1. Ai sensi e per gli effetti dell‘art. 118 del Decreto Legislativo 1 settembre 1993 n. 385 (Testo unico bancario) e successive modifiche e integrazioni, la Banca ha la facoltà di modificare unilateralmente, in qualunque momento, qualora sussista un giustificato motivo, i tassi e ogni altra condizione economica o normativa del presente contratto, senza alcuna eccezione. Le relative comunicazioni saranno validamente fatte dalla Banca mediante lettera semplice al Cliente ed entreranno in vigore con la decorrenza ivi indicata.

10.2. Nel caso di modifica unilaterale delle condizioni di contratto ai sensi dei commi che precedono, il Cliente ha diritto di recedere dal medesimo contratto entro 60 (sessanta) giorni dal ricevimento della relativa comunicazione, senza spese e con l’applicazione , in sede di liquidazione del rapporto, delle condizioni precedentemente praticate. Qualora il Cliente non abbia comunicato alla Banca il proprio recesso entro il termine predetto, le modifiche si intenderanno approvate dallo stesso, con la decorrenza indicata nella citata comunicazione.

10.3. Nel caso in cui il tasso o le altre condizioni siano determinate con riferimento a specifici parametri oggettivi prescelti dalle parti (es. Euribor), non costituiscono modifica delle condizioni economiche le variazioni conseguenti alle diverse valorizzazioni di tali parametri; queste ultime sono, pertanto, automaticamente applicate e sono indicate al Cliente nell‘ambito delle ordinarie comunicazioni periodiche previste dalla normativa tempo per tempo vigente.

Art. 11 – Rinvio

Per quanto non espressamente disciplinato dalle presenti disposizioni, valgono le condizioni generali di contratto applicabili ai conti correnti già sottoscritte ed accettate dal Cliente.

Art. 12 – Legge di regolamento e foro competente

II presente contratto è regolato dalla Legge italiana.

Per qualunque controversia che dovesse sorgere in dipendenza del presente contratto è competente il Foro di ________ , ad eccezione del caso in cui il cliente rivesta la qualifica di consumatore ai sensi dell’art. 3 del D.Lgs. n. 206/2005. In tale caso, sarà competente il Foro nella cui circoscrizione si trova la residenza od il domicilio elettivo del Cliente.

Resta salva la facoltà del Cliente di ricorrere al Conciliatore Bancario, associazione alla quale aderisce la Banca, che promuove l’attività di conciliazione stragiudiziale delle controversie sia nelle forme di cui agli articoli 38, 39 e ’40 del D.Lgs. 5/2003, sia attraverso l’organismo  collegiale denominate “Ombudsman-Giuri Bancario” alle condizioni e secondo le procedure definite nei relativi regolamenti.

L’utilizzo delle facilitazioni in parola è subordinato alla ricezione da parte nostra di copia della presente che Vi chiediamo pertanto di volerci cortesemente restituire, debitamente firmata, da persona all’uopo facoltizzata.

L’occasione ci è gradita per porgere distinti saluti.

________

________

Luogo e data

________, lì ________

________

________

Luogo e data

________, lì ________                     (Firma cliente)

________

                         (Firma cointestatario/i)

Dichiariamo inoltre di approvare specificamente, anche ai sensi dell’art. 1341 cod. civ., ovvero delle disposizioni in tema di trasparenza bancaria tra le CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE APERTURE DI CREDITO sopra riportate, le seguenti condizioni:

Art. 4: facoltà di recesso della Banca e obbligo di restituzione; Art. 8: oneri eventuali; Art. 10: modifica di norme e condizioni economiche, anche in senso peggiorativo per il Cliente; Art. 12: Foro competente.

________

________

Luogo e data

________, lì ________

(Firma cliente

________

(Firma cointestatario/i)

 

Joomla SEF URLs by Artio

tag popolari