Commercio elettronico

La Società ________ con sede ________ in ________, piazza/via ________ n. ________, iscritta presso la Camera di commercio di ________ al n. ________ del Registro delle imprese, codice fiscale n.

________ partita IVA n. ________ nella persona del legale rappresentante pro tempore ________ nato a ________ il ________, (oppure nella persona di ________ in qualità di ________ in virtù di procura per notar ________, nato a ________ il ________) che elegge domicilio presso la sede della Società in appresso per brevità denominata Società A

E

La Società ________ con sede legale in ________ via ________ n ________ partita IVA, nella persona del legale rappresentante pro tempore ________ nato a ________ il ________, (oppure nella persona di ________ in qualità di ________ in virtù di procura per notar ________, nato a ________ il ________) che elegge domicilio presso la sede della Società in appresso per brevità denominata Società B

PREMESSO CHE:

                     entrambe le imprese ritengono che l’uso di tecnologie telematiche per la conclusione del contratto consenta il miglioramento delle condizioni commerciali ed operative tra le medesime imprese;

                     con il presente contratto intendono dare regolamentazione ai rapporti giuridici che saranno conclusi tramite Internet tra le medesime imprese mediante il mero invio di comunicazioni elettroniche;

                     che il presente contratto, invece, ha forma scritta e funge, pertanto, da accordo quadro rispetto a tutti i seguenti Incarichi che saranno conferiti da un’impresa all’altra per le vie telematiche;

                     che con l’uso del termine “collegamento telematico” le parti intendono fare riferimento al trasferimento delle comunicazioni elettroniche dal sistema del fornitore al sistema dell’acquirente e/o viceversa;

                     che il “sistema” consiste nel sistema informatico che è stato dedicato da ciascuna delle Parti per le transazioni commerciali per vie telematiche in modo specifico;

                     che le “comunicazioni telematiche” o i “messaggi” consistono nella modalità telematica convenuta dalle parti affinché le stesse possano essere elaborate in automatico dalle parti;

                     che le imprese saranno di seguito indicate congiuntamente come le Parti;

tanto premesso

LE PARTI CONVENGONO QUANTO SEGUE:

Art. 1 – Premesse ed allegati

Le Premesse e gli allegati costituiscono parte integrante e sostanziale del presente Contratto. La stipula del presente accordo non determina l’obbligo di stipulare dei contratti di commercio elettronico in capo alle Parti e, pertanto, non costituisce preliminare di vendita.

La risoluzione del presente Accordo quadro determinerà, automaticamente, la cessazione degli effetti di tutti i contratti di commercio elettronico non ancora eseguiti.

I contratti di commercio elettronico business to business, pertanto, sono considerati contratti collegati rispetto al presente Accordo quadro.

Resta inteso che il presente Accordo quadro si limita a disciplinare unicamente le condizioni per la stipula e l’efficacia dei contratti di commercio elettronico e che le parti si riservano la facoltà di disciplinare i singoli rapporti mediante l’impiego di contratti che potranno essere differenziati a seconda della tipologia di bene o servizio che costituirà l’oggetto del contratto di commercio elettronico.

In caso di contrasto tra quanto previsto nel singolo contratto di commercio elettronico e quanto previsto nel presente Accordo, si considererà prevalente questo Accordo.

Art. 2 – Oggetto del contratto

Le Parti regolamentano i propri rapporti di compravendita di beni o servizi tramite comunicazioni telematiche con il presente Accordo quadro mediante delle comunicazioni commerciali contenenti degli ordini che di seguito saranno indicate anche come contratti di commercio elettronico una volta che si sarà perfezionata la procedura di acquisto descritta nelle presenti Condizioni generali di contratto.

Le presenti condizioni generali si applicano unicamente nel caso in cui le parti intendano conseguire l’accordo commerciale mediante un sistema di comunicazioni elettroniche e, pertanto, non si applicheranno laddove, ad esempio, le parti stipulino i contratti oralmente o con forma scritta.

Le parti dichiarano di aver provveduto allo scambio dei Dettagli tecnici (allegati A) che regolamentano:

1)                     i Sistemi operativi di cui si avvalgono per le comunicazioni elettroniche;

2)                     le modalità di collegamento telematico e di funzionamento del medesimo;

3)                     il funzionamento delle comunicazioni elettroniche.

Le attività di commercio elettronico avranno ad oggetto lo scambio dei prodotti indicati nell’allegato B.

Art. 3 – Validità ed efficacia del contratto

Le parti dichiarano reciprocamente di rinunziare espressamente a sollevare le eccezioni inerenti la mancanza di forma scritta del Contratto anche nel caso in cui vi siano dei malfunzionamenti della firma digitale che intendono impiegare in sede di scambio delle comunicazioni elettroniche.

Le parti sono consapevoli che il presente Accordo quadro ed i successivi contratti di commercio elettronico che saranno disciplinati in esecuzione del presente Accordo sono tra loro giuridicamente vincolanti.

Le offerte e le accettazioni dei contratti di commercio elettronico si considerano giunte al destinatario nel momento in cui i relativi messaggi o comunicazioni elettroniche giungono all’indirizzo di posta elettronica del destinatario.

I contratti di commercio elettronico si considereranno, quindi, stipulati nel momento in cui il messaggio di accettazione dell’offerta viene ricevuto dal Sistema dell’offerente e nella sua sede ove per essa si considera l’indirizzo indicato del presente Accordo quadro oppure del luogo in cui la parte ha la sede operativa.

Costituisce obbligo comune di entrambe le parti garantire che i Sistemi impiegati per le comunicazioni:

                     funzionino correttamente;

                     siano idonei a ricevere le comunicazioni medesime;

                     garantiscano la non alterabilità dei dati trasferiti;

                     garantiscano la pronta ricezione delle comunicazioni entro i termini che le parti hanno indicato nei medesimi dettagli tecnici ed operativi che si sono scambiate in via preliminare alla conclusione del presente Accordo quadro.

Ciascuna delle parti si obbliga alla conservazione dei dati scambiati nel proprio sistema per almeno dieci anni decorrenti dalla conclusione di ogni singolo contratto di commercio elettronico ed a dare conferma, all’altra parte, dell’avvenuta ricezione dei messaggi ricevuti attivando la specifica funzione o con separato messaggio.

In tal senso le parti concordano che in caso di controversie i salvataggi dei dati conservati nei sistemi (anche in caso di modifica dei sistemi) siano utilizzabili come mezzo di prova idoneo alla dimostrazione dei fatti in essi contenuti salvo facoltà, della controparte, di addurre la prova legale.

Art. 4 – Obblighi di sicurezza

Le parti si obbligano reciprocamente a:

                     adottare tutte le misure minime di sicurezza previste dall’Allegato B del D.Lgs. 196/2003 per il trattamento dei dati su supporto informatico;

                     adottare tutte le ulteriori misure di sicurezza che siano idonee ad eliminare o ridurre, per quanto possibile, in considerazione dello sviluppo delle tecnologie acquisite al momento della conclusione del Contratto, il rischio di distruzione dei dati, di accesso non autorizzato o di diffusione o comunicazione non autorizzati, di modificazione dei dati, di ritardo nella registrazione, di distruzione o perdita delle informazioni di cui alle comunicazioni elettroniche;

                     adottare le misure di sicurezza indicate nell’Allegato tecnico relativo alle misure che le Parti si sono scambiate.

Art. 5 – Regole tecniche

Le parti si impegnano a rispettare le regole tecniche contenute nell’Allegato B che tra l’altro indicano:

a)                     i requisiti dei sistemi;

b)                     i mezzi e le modalità di comunicazioni telematiche;

c)                     i requisiti delle comunicazioni telematiche compreso il formato e le procedure di controllo;

d)                     le specifiche tecniche inerenti la sicurezza del sistema e delle comunicazioni nonché le modalità di registrazione, memorizzazione, conservazione ed elaborazione delle comunicazioni telematiche.

Art. 6 – Responsabilità

Nel caso in cui una delle parti si avvalga di intermediari per lo svolgimento di una o più delle operazioni necessarie per addivenire alla conclusione dei contratti di Commercio elettronico, quali la memorizzazione, l’invio, la conservazione, l’adozione delle misure di sicurezza, ecc., essa sarà anche responsabile nei confronti dell’altra parte per gli eventuali danni, oneri e spese derivanti in capo alla controparte a causa degli inadempimenti di detti subfornitori salvo le ipotesi di forza maggiore.

Art. 7 – Prezzi

I prezzi dei prodotti che costituiranno oggetto dei vari contratti di commercio elettronico che le  Parti stipuleranno sono indicati nel catalogo dei prodotti (Allegato C) che il venditore mette a disposizione sul proprio sito in favore di tutti i potenziali clienti.

Art. 8 – Risoluzione

Ciascuna delle Parti si riserva la facoltà di procedere alla risoluzione del presente Accordo quadro ai sensi e per gli effetti dell’art. 1456 cc. mediante invio di comunicazione elettronica da inviare all’altra parte, che produrrà effetti giuridici dalla data che sarà indicata dall’altra parte, nelle seguenti ipotesi:

a)                     malfunzionamenti dei sistemi tali da non consentire la registrazione esatta delle comunicazioni elettroniche;

b)                     mancata conservazione delle comunicazioni elettroniche;

c)                     mancata revisione ed aggiornamento delle regole tecniche con cadenza almeno biennale;

d)                     mancato adempimento degli obblighi di sicurezza di cui all’art. 4;

e)                     violazione di legge connessa all’esecuzione di uno o più dei Contratti;

f)                     attivazione di procedura concorsuale della controparte;

g)                     modifica della compagine societaria della controparte;

h)                     violazione del principio di riservatezza delle informazioni confidenziali;

i)                     violazione della normativa a tutela dei dati personali;

j)                     violazione del divieto di cessione del contratto di cui all’art. 9 che segue.

Art. 9 – Divieto di cessione dell’accordo quadro

Le parti stabiliscono che il presente Accordo quadro non è cedibile se non previo consenso telematico che pervenga da parte del legale rappresentante della controparte nemmeno nell’ambito di operazioni di fusioni o incorporazioni societarie.

Art. 10 – Durata

Il presente Accordo quadro è a tempo indeterminato con possibilità di entrambe le parti di recedere in qualsiasi momento fatti salvi ed impregiudicati i diritti già acquisiti.

Art. 11 – Confidenzialità informazioni

Le parti sono a conoscenza che tutte le informazioni relative al presente Contratto costituiscono Informazioni segrete, ai sensi e per gli effetti degli artt. 98 e 99 del D.Lgs. n. 30 del 10 febbraio 2005, informazioni altamente confidenziali o informazioni tutelate dalla normativa sulla tutela della proprietà industriale. Le parti si impegnano reciprocamente, altresì, a non diffondere o comunicare tutte quelle informazioni o dati relativi alle modalità di implementazione delle misure di sicurezza prestate, alle regole tecniche, ai sistemi, alle modalità di comunicazioni elettroniche, agli allegati, agli incidenti di sicurezza eventualmente verificatisi, alle attività contabili, amministrative o finanziarie ed ogni altra notizia su cui sia apposta la dicitura “riservato” o “confidenziale” o formula equivalente e che, comunque, possono considerarsi informazioni aziendali riservate di cui possano venire a conoscenza nell’esecuzione del presente contratto.

Ai fini del presente contratto, si intendono per “Informazioni Riservate” tutte le informazioni trasmesse da una Parte all’altra, in forma scritta, orale o in altre forme di qualsiasi tipo, nonché i dati, gli argomenti o il materiale che in qualsiasi modo si riferiscano a quanto forma oggetto del Contratto. Le Parti si impegnano a trattare come strettamente confidenziali e a non divulgare le Informazioni Riservate, nonché ad utilizzarle unicamente ai fini di cui al presente contratto.

Le Parti si impegnano ad adottare tutte le misure necessarie ad evitare che le Informazioni Riservate vengano a conoscenza di terzi e ne limiteranno la comunicazione ai soli dipendenti e consulenti che abbiano un’effettiva necessità di conoscerle per i fini di cui al presente Contratto nel rispetto del principio del need to know, a non divulgare le Informazioni a terzi, a non renderle pubbliche né accessibili con qualsiasi altro mezzo a meno che non sia consentito espressamente con consenso scritto rilasciato dalla parte che procede alla divulgazione o consegna delle Informazioni. In caso di cessazione, a qualsiasi titolo, dei rapporti tra le Parti scaturenti dal presente Contratto, ciascuna Parte dovrà restituire all’altra tutti i documenti contenenti Informazioni Riservate.

Ciascuna Parte, inoltre, si obbliga a non utilizzare Informazioni Riservate inerenti i contratti di commercio elettronico la cui stipula sarà regolamentata dal presente Accordo o di cui, comunque, si è avuta conoscenza in occasione dell’esecuzione dell’Accordo. Il presente obbligo vincolerà le Parti per un periodo di 2 (due) anni dalla cessazione del contratto per qualsiasi causa.

Art. 12 – Tutela dei dati personali

Le Parti si obbligano a conformare il trattamento dei dati personali connesso all’esecuzione del presente Accordo, ciascuno per il proprio ambito di competenza e gestione alle disposizioni del D.Lgs. 196/2003 in quanto applicabile.

In caso di violazione degli obblighi di cui al D.Lgs. 196/2003, dalla parte nonché da ogni suo assistente, collaboratore, consulente, dipendente o altro incaricato, ogni conseguente responsabilità rimarrà in via esclusiva a carico della Parte inadempiente. Le parti concordano che nel caso in cui una di esse venga riconosciuta responsabile della violazione commessa dall’altra parte, sarà possibile agire in via di regresso nei confronti di quest’ultima al fine di ottenere l’indennizzo per ogni costo, onere, danno, spesa o perdita sostenuta dalla prima, nei limiti che le sono imputabili.

Le parti si obbligano reciprocamente a fornirsi la prova di aver adottato ogni misura necessaria ad evitare il danno alla privacy al fine di evitare l’applicabilità di cui all’art. 2050 c.c..

La parti, inoltre, si impegnano reciprocamente a prestarsi reciproca assistenza per eventuali procedimenti dovessero essere attivati innanzi all’Authority della privacy o all’autorità giudiziaria per l’esercizio dei diritti connessi alla tutela del dato personale in virtù della normativa vigente ed a rilasciare ogni informazione e documento utile, entro e non oltre sette giorni dal ricevimento della richiesta dalla controparte o da un suo legale.

Art. 13 – Foro competente

Il presente Accordo è regolato dalla Legge italiana. Le Parti convengono che qualsiasi controversia dovesse insorgere tra le Parti in connessione o in conseguenza dell’interpretazione ed all’esecuzione  del presente Contratto, sarà devoluta alla competenza esclusiva del Foro di ________

Oppure

Tutte le controversie nascenti dall’interpretazione esecuzione /e/o risoluzione del presente contratto saranno sottoposte ad arbitro unico nominato d’accordo tra le parti, ovvero dal Presidente del Tribunale di ________

L’arbitro sarà libero di adottare le regole di procedure fermo restando il rispetto delle norme inderogabili e consentire alle parti di rappresentare le proprie ragioni. La nomina dell’arbitro unico da parte del presidente del tribunale dovrà essere motivata e dovrà essere comunicata alle parti che si riservano la facoltà di richiedere la ricusazione nei confronti del medesimo nel caso in cui sussistano delle interessenze con una delle parti del Giudizio. L’arbitro deciderà la controversia secondo la legge italiana e la lingua dell’arbitrato sarà l’italiano. La sede dell’arbitrato sarà ________

Oppure

Tutte le controversie nascenti dall’interpretazione esecuzione /e/o risoluzione del presente contratto saranno sottoposte ad arbitrato rituale ai sensi dell’art. 806 c.p.c. ed 832 e ss. c.p.c. italiano. Ciascuna delle parti potrà nominare il proprio arbitro ed il terzo arbitro sarà nominato dagli arbitri individuati dalle parti. In caso di mancato accordo. il terzo arbitro sarà nominato dal Presidente del Tribunale che potrà procedere anche alla nomina dell’arbitro per la parte che non vi abbia provveduto entro il termine indicato. Gli arbitri decideranno la controversia secondo la legge italiana e la lingua dell’arbitrato sarà l’italiano. La sede dell’arbitrato sarà ________.

Art. 14 – Oneri per stipula e registrazione

Tutte le spese di contratto e consequenziali (registrazione, copia, bolli), saranno a totale carico del gestore senza diritto di rivalsa nei confronti del Cliente.

Art. 15 – Clausola finale

I termini e le condizioni di cui al presente Accordo, costituiscono l’intero Accordo tra le Parti e sostituiscono tutti i precedenti accordi orali e scritti intercorsi tra le Parti con riferimento ai beni oggetto del presente contratto. Nessun accordo o patto che modifichi o ampli quanto previsto nel presente Accordo sarà vincolante per alcuna delle Parti salvo che sia effettuato per iscritto e sottoscritto dai legali rappresentanti delle parti o da soggetti da essi delegati.

Eventuali tolleranze di una delle Parti a infrazioni, anche reiterate, dell’altra Parte alle obbligazioni derivatile dall’Incarico non potranno mai costituire precedente, né infirmare comunque la validità delle clausole violate e delle altre clausole dell’Accordo.

L’invalidità di una qualsiasi delle clausole di cui al presente contratto non invaliderà il contratto che, pertanto, resterà valido e produttivo di effetti giuridici.

Le clausole attributive di diritti in favore di terzi debbono essere intese precisamente come clausole attributive di diritti soggettivi in favore di terzi ai sensi dell’art. 1411 c.c.

Le Rubriche degli articoli del presente incarico non hanno carattere ermeneutico vincolante ma la mera funzione di agevolare la comprensione del presente Incarico al pari delle rubriche delle norme di legge.

Allegati:

Formano parte integrante e sostanziale del presente contratto i seguenti documenti:

Allegati A Dettagli tecnici

Allegato B Elenco prodotti

Allegato C Catalogo prodotti

(________) lì,________

La Società A

Nome:

Funzione:

Data:

Firma:________

La Società B

Nome:

Funzione:

Data:

Firma:________

Ai sensi degli artt. 1341 e ss. del Codice Civile le Parti espressamente approvano le seguenti clausole:

                     art. 3 (Validità ed efficacia),

                     art. 6 (Responsabilità),

                     art. 8 (risoluzione),

                     art. 9 (divieto cessione),

                     art. 13 (Legge regolatrice e foro competente oppure Legge regolatrice – foro competente – arbitrato);

                     e art. 15 (Disposizioni generali e finali – tolleranze -clausole attributive di diritti in favore di terzi ai sensi dell’art. 1411 c.c.).

________, lì ________

La Società A

Nome:

Funzione:

Data:

Firma: ________

La Società B

Nome:

Funzione:

Data:

Firma: ________

 

Joomla SEF URLs by Artio

tag popolari